Il Gal Oltrepò Pavese srl ha scelto un luogo che dialoga costantemente con il sole e con le stelle, l’Osservatorio Planetario di Cà del Monte, nel virtuoso Comune dell’Alto Oltrepò, Cecima, per l’organizzazione (martedì 27 febbraio) l’ultimo workshop previsto dal Progetto CER.Chiamo Energia. Un workshop definito “planetario”, che ha fatto tappa in Oltrepò Pavese, come ultima fase del progetto di cooperazione fra Gal Terre del Po (capofila), Gal Oltrepò Pavese srl e Gal Risorsa Lomellina, su un tema di grande attualità come quello delle Comunità Energetiche e della rigenerazione energetica.

L’evento di Cà del Monte ha fatto … luce proprio sulle nuove comunità energetiche partendo dall’osservazione del sole. Massimo Rigoni, il responsabile dell’Osservatorio astronomico, planetario che è un fiore all’occhiello del minuscolo e suggestivo comune di Cecima  (Pv), ha introdotto i lavori insieme con Cristiana Cattaneo, appassionata divulgatrice, sensibilizzando la platea sul luogo speciale che ha ospitato il workshop, struttura di proprietà della Comunità Montana Oltrepò Pavese, che si impegna costantemente sull’osservazione del sole, un impegno tradotto in numerosi progetti di  ricerca con strumentazioni all’avanguardia. In piena sintonia il saluto del sindaco di Cecima, Andrea Milanesi, che ha sottolineato l’opportunità di promuovere questo magnifico luogo “che ospita costantemente – ha detto – la ricerca, lo sviluppo e la didattica in un posto unico sul nostro territorio, un vanto per tutta la comunità montana e per tutti coloro che amano il contatto con la natura, con lo sport, con le esperienze e con il sole e le stelle”.

Appassionato e puntuale l’intervento del presidente di Gal Oltrepò Pavese Bruno Tagliani, che ha sottolineato una volta di più “l’opportunità di sviluppo di progetti “leader” e collettivi come questo, che fanno lavorare insieme tre Gal per lo sviluppo dei territori, su programmazioni e temi comuni”.

Stefano Leva, presidente di Gal Risorsa Lomellina, ha portato un saluto alla platea ribadendo: “Il Gal Risorsa Lomellina ha portato avanti in questi mesi di lavoro un’attività continuativa di sensibilizzazione e informazione sul potenziale sviluppo energetico delle Cer, vere opportunità di sviluppo sostenibile del territorio. Grazie al progetto CER Chiamo energia siamo molto ottimisti sullo sviluppo concreto di questo progetto che consideriamo rilevante in quanto può avere ricadute a livello sociale, economico, ambientale. Ci sono segnali che si stanno attivando gli strumenti per essere efficaci non solo nelle aree dei comuni interessati alle comunità energetiche, ma in un raggio d’azione più ampio. La ricaduta potrà coinvolgere anche cittadini residenti in paesi limitrofi che potrebbero entrare a far parte del progetto perché rientrano sotto il controllo della cabina di regia presente in Lomellina”.

Ha introdotto i lavori del workshop la direttrice Elisabetta Antoniazzi che ha illustrato i principi di questo progetto e moderato le relazioni di Francesco Meneghetti, presidente di Gal Terre del Po, che ha ribadito il ruolo dei Gal, “finalizzato alla super aggregazione di Cer e di super Cer”, e poi di Federico Pastorello (Sei) che ha illustrato anche le case history avviate e chiarito molti punti regolamentari sul progetto in funzione anche delle recenti direttive del GSE.  Sergio Olivero, presidente del comitato scientifico di Cer.Chiamo Energia, ha parlato di “democrazia energetica” e sottolineato l’opportunità di partecipare a questa rigenerazione sostenibile, parlando di Cer come di “un virus benefico in grado di riprodursi attraverso i laboratori dei Gal, che hanno dato inizio ad una rivoluzione, fornendo tutti gli indirizzi di governance che servono ad avviare il motore di questo progetto collettivo”.

Molta attenzione ha destato l’intervento dell’avvocato Francesco Dal Piaz che si è soffermato sulla parte legislativa e sul ruolo dei Comuni nella Cer. Il progetto C.E.R.Chiamo Energia attraverso questo  Workshop, azione locale del Gal Oltrepò Pavese, è stato l’ultimo evento previsto dal Progetto di cooperazione, che ha messo insieme tre importanti aree di Gal lombardi e  diventa un’opportunità concreta di sviluppo e di informazione per il vasto territorio dell’Oltrepò Pavese, con un programma utile ad illustrarne le finalità e i contorni.

Il Progetto si prefigge di diventare ed è una Community di Comunità Energetiche, promossa dai Gruppi di Azione Locale, che operano in stretta collaborazione.“Gal Oltrepò Pavese con Terre del Po e Risorsa Lomellina  hanno seguito infatti la direttiva “Leader” per cooperare e avviare sul territorio una importante fase di rigenerazione energetica che parte dalla base e coinvolge il mondo agricolo, rurale, i piccoli comuni, privati, aziende e cittadini attori, attraverso questo Progetto innovativo, di un cambiamento necessario e concreto”, ha ribadito Bruno Tagliani presidente di Gal Oltrepò Pavese.

SCARICA IL PDF COMPLETO Cartella Stampa Conclusiva Cer CHIAMO ENERGIA 01-03-24

Link per accedere agli atti dell’ultimo workshop
Presentazioni 27 02 – Google Drive

Link per accedere a tutti i materiali prodotti dal progetto
Area Comunicazione Progetto CER CHIAMO ENERGIA del 01 03 24
Foto – Tutte le presentazioni – Tutti i Comunicati stampa – Video